Ultimi aggiornamenti dall’UE su Fullereni, Fullereni Idrossilati e forme idratate di Fullereni Idrossilati (nano)

Ultimi aggiornamenti dall’UE su Fullereni, Fullereni Idrossilati e forme idratate di Fullereni Idrossilati (nano) 656 436 Aideco

Richiesta di un parere scientifico all’SCCS su Fullereni, Fullereni Idrossilati e forme idratate di Fullereni Idrossilati (nano) –  versione preliminare del 21-22 marzo 2023 – SCCS/1649/23.

I fullereni, i fullereni idrossilati e le forme idratate dei fullereni idrossilati, in forma nano, hanno una struttura poliedrica composta da 60-80 atomi di carbonio in configurazione pentagonale e esagonale. Il loro nome particolare deriva da “Buckminster Fuller” data la loro somiglianza strutturale con le cupole geodetiche.

Attualmente i fullereni non sono disciplinati dal Regolamento sui Cosmetici 1223/2009 e vengono utilizzati, nei prodotti cosmetici, come antimicrobici, condizionanti cutanei e antiossidanti.
La Commissione, però, nutre preoccupazioni in merito all’uso di queste sostanze in forma nano a causa della possibilità dell’assorbimento delle nanoparticelle per via cutanea o mucosa e, quindi, la loro disponibilità sistemica e conseguente accumulo in organi come il fegato e i polmoni. 

Il Comitato Scientifico per la Sicurezza dei Consumatori, dopo aver valutato le informazioni fornite dai notificanti, non è stato in grado di trarre delle conclusioni in merito alla sicurezza dei fullereni, fullereni idrossilati e le forme idratate di fullereni idrossilati (nano) per quanto riguarda gli aspetti tossicocinetici e tossicologici. In particolare i test disponibili indicano che le forme idrate e non di fullereni idrossilati sono genotossiche e pertanto l’SCCS non le considera sicuri per l’uso nei prodotti cosmetici.

Inoltre, l’SCCS ha nutre preoccupazioni per quanto riguarda la potenziale presenza di impurità, di metalli pesanti, di contaminanti e/o di solventi organici nei nanomateriali notificati e la potenziale capacità di produrre radicali liberi. Possono essere anche fototossici ed avere un potere sensibilizzante sulla cute.

Non è stata valutata dall’SCCS l’esposizione per inalazione durante l’applicazione dei prodotti spray.

Rimaniamo in attesa di ulteriori aggiornamenti da parte dell’SCCS previsti per il mese di Giugno. 

Per saperne di più:

https://health.ec.europa.eu/publications/fullerenes-hydroxylated-fullerenes-and-hydrated-forms-hydroxylated-fullerenes-nano_en

A cura di Benedetta Basso (Cosmetologia AIDECO)