Joomla Free Templates by BlueHost Coupon

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare il servizio offerto.

Per ulteriori informazioni consulta la nostre note legali Per saperne di piu'

Approvo

Cosa sono
I cookie sono piccoli file di testo memorizzati nel computer o nel dispositivo mobile dell'utente quando visita il nostro sito web.

A cosa servono
I cookie sono da noi utilizzati per assicurare all´utente la migliore esperienza nel nostro sito.
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviare messaggi promozionali personalizzati.

Tipologie di cookie
I cookie sono categorizzati come segue.

  • Cookie di sessione. Cookie automaticamente cancellati quando l´utente chiude il browser.
  • Cookie persistenti. Cookie che restano memorizzati nel dispositivo dell´utente sino al raggiungimento di una determinata data di terminazione (in termini di minuti, giorni o anni dalla creazione/aggiornamento del cookie).
  • Cookie di terze parti. Cookie memorizzati per conto di soggetti terzi.

E possibile controllare ed eliminare i singoli cookie utilizzando le impostazioni della maggior parte dei browser. Ciò, tuttavia, potrebbe impedire di utilizzare correttamente alcune funzioni del nostro sito web.

Per saperne di più è possibile fare riferimento a www.aboutcookies.org o www.allaboutcookies.org.

Per modificare le impostazioni segui le istruzioni su Turn Privacy Guidelines

ALTRO CHE SUPERFICIALI: I BENEFICI DEI COSMETICI

Tekno scienze consumer 2

 

MORE THAN SKIN DEEP: THE BENEFITS OF COSMETICS

JOHN CHAVE

Director General, Cosmetics Europe, Brussels, Belgium

Abstract

I cosmetici ed i prodotti per la cura personale sono percepiti spesso come superficiali,  futili, prodotti di vanità non necessari che a nessuno potrebbero veramente mancare se un giorno non ci fossero più. Per verificare ciò che i consumatori Europei pensano veramente riguardo i prodotti cosmetici, Cosmetics Europe, l’associazione commerciale europea, ha commissionato un sondaggio in 10 Stati Membri dell’ EU per comprendere meglio la percezione dei cosmetici ed il loro impatto sull’autostima, sul benessere e le interazioni sociali.

Leggi tutto...

SELFIE- VIVENDO NELL’ERA DEI FILTRI FOTOGRAFICI

Logo JamaNetworkTSK telefono

 

SELFIES—LIVING IN THE ERA OF FILTERED PHOTOGRAPHS

Susruthi Rajanala; Mayra B. C. Maymone; Neelam A. Vashi

JAMA Facial Plast Surg. doi:10.1001/jamafacial.2018.0486

Viviamo nell’era dei selfie modificati e del’evoluzione continua degli standard di bellezza. L’avvento e la popolarità di social-media basati sull’immagine hanno posto nell’arsenale di tutti Photoshop e filtri. Con pochi colpi su Snapchat puoi inserire sul tuo selfie una corona di fiori o orecchie da cucciolo. Un piccolo ritocco su Facetune può levigare la tua pelle e rendere i tuoi denti più bianchi e gli occhi e le labbra più grandi. Una rapida condivisione su Instagram, ed arrivano molti like e commenti. Questi filtri ed editing sono diventati la norma, alterando la percezione di bellezza del mondo intero.

Leggi tutto...

ALL’ORIZZONTE: UN VACCINO PER L’ACNE

L’ATTIVITÀ ANTI-INFIAMMATORIA DEL VACCINO PER L’ACNE CHE HA COME TARGET IL FATTORE CAMP DEL PROPRIONIBACTERIUM ACNES

Elsvier Jid vaccino acne

 

ON THE HORIZON: AN ACNE VACCINE

THE ANTI-INFLAMMATORY ACTIVITIES OF PROPIONIBACTERIUM ACNES CAMP FACTOR-TARGETED ACNE VACCINES

Yanhan Wang, Tissa R. Hata, Yun Larry Tong, Ming-Shan Kao, Christos C. Zouboulis, Richard L. Gallo, Chun-Ming Huang

L'acne vulgaris è una patologia di natura infiammatoria che affligge centinaia di milioni di persone a livello globale. Propionibacterium acnes, un batterio opportunistico della pelle, è stato collegato alla patogenesi dell’acne vulgaris. I risultati mostrano che il fattore secretorio Christie-Atkins-Munch-Petersen (CAMP) del P.acnes è up-regolato nelle culture anaerobiche. La mutazione del fattore CAMP diminuisce significativamente la colonizzazione e l'infiammazione di P. acnes nei topi, dimostrando il ruolo essenziale di questo fattore CAMP nella citotossicità del batterio. La vaccinazione dei topi con fattore CAMP riduce considerevolmente la crescita del P.acnes e la produzione di MIP-2, una murina controparte dell’umana IL-8.

Leggi tutto...

LE PROPRIETÀ ANTI-AGEING DEL FITOGLICOGENO

Tekno scienze fitoglicogeno

 

ANTI-AGEING PROPERTIES OF PHYTOGLYCOGEN

Carley Miki, Stephanie Dewitte-Orr, Marianna Foldvari, Michael Moore

Abstract

Il fitoglicogeno è un ingrediente cosmetico naturale e sicuro, chimicamente simile al glicogeno del corpo umano come fonte di energia immagazzinabile. Il ruolo del glicogeno nell’organismo è ben noto come parte essenziale della salute e della normale funzione cellulare, ma il ruolo che ricopre sulla salute della pelle è ancora poco compreso. Recenti studi clinici e studi complementari in vitro mostrano che il fitoglicogeno isolato dal mais dolce non-OGM (Organismo Geneticamente Modificato) può migliorare la salute cellulare e l’aspetto globale della pelle, dalla superficie fino al livello cellulare. In questo articolo, si discute dell’impatto che il fitoglicogeno ha sulla cute e del suo potenziale, come ingrediente anti-ageing.

Leggi tutto...

EFFETTI TERAPEUTICI DEL VELENO DELLE API E DEL SUO MAGGIOR COMPONENTE, LA MELITTINA, SULLA DERMATITE ATOPICA – STUDI IN VITRO ED IN VIVO

Logo British Pharmacological Society Bee

 

THERAPEUTIC EFFECTS OF BEE VENOM AND ITS MAJOR COMPONENT, MELITTIN, ON ATOPIC DERMATITIS IN VIVO AND IN VITRO

Hyun‐Jin An, Jung‐Yeon Kim, Woon‐Hae Kim, Mi‐Gyeong Gwon, Hye Min Gu, Min Ji Jeon, Sang‐Mi Han, Sok Cheon Pak, Chong‐Kee Lee, In Sook Park, Kwan‐Kyu Park

Abstract

Background e scopo

La dermatite atopica (AD) è un disturbo multifattoriale della pelle con interazioni complesse, dovute a risposte immunitarie innate ed adattive, basate sulla predisposizione genetica, farmacologica e fisiologica. Esistono diversi approcci terapeutici alla AD, che includono glucocorticosteroidi topici, emollienti, fototerapie, inibitori della calcineurina ed immunosoppressori, come la ciclosporina A. Queste terapie riducono l’infiammazione, ma possono provocare diversi effetti indesiderati. Perciò, è necessario sviluppare un nuovo trattamento terapeutico contro la AD con minori effetti collaterali. Esistono diversi studi su materiali naturali o tossine, come erbe aromatiche, estratto di ginseng e veleno di serpente per il trattamento della AD. Tuttavia, è stato studiato raramente il trattamento della AD mediato dal veleno d'api (BV) e dalla melittina (Mel).

Leggi tutto...

PROTEZIONE E “DETOX” DELLA PELLE ATTRAVERSO MOLECOLE BIO-ISPIRATE

Tekno scienze detossificazione

 

PROTECTION AND DETOX OF THE SKIN BY BIOINSPIRED MOLECULES

Alicia Giménez, Olga Laporta, Marie Ollagnier, Marine Vincendet, Raquel Delgado

Abstract

La pelle è esposta ad una quantità sconcertante di sostanze chimiche o di xenobiotici che generano ed accumulano specie reattive. Queste specie si basano sull’ ossigeno (ROS), azoto (RNS) o carbonio (RCS) e quando queste si ritrovano in concentrazioni troppo elevate danneggiano le cellule della pelle causando la comparsa dei segni dell’età.

La cute possiede un sistema di difesa che include molecole antiossidanti a basso peso molecolare e vie enzimatiche di detossificazione, che consentono la neutralizzazione e la rimozione delle specie reattive e degli xenobiotici.

E’ stato sviluppato un potente antiossidante basato sulla struttura della Vitamina E. La sua efficacia è stata ampiamente dimostrata e può essere impiegato come ingrediente funzionale cosmetico. La molecola conferisce protezione della specie reattive, previene i danni dei ROS, RNS  ed RCS, e modula l’espressione genica, suggerendo che potrebbe essere d’aiuto nella detossificazione da sostanze tossiche. I risultati dei test clinici mostrano un miglioramento sulla comparsa dei segni dell'invecchiamento ed un miglioramento delle proprietà antiossidanti della pelle.

Leggi tutto...

INFESTAZIONI CUTANEE ED INFEZIONI MICOTICHE COMUNI IN BAMBINI ED ADOLESCENTI

Logo PubmedImmagine

 

COMMON CHILD AND ADOLESCENT CUTANEOUS INFESTATIONS AND FUNGAL INFECTIONS

Alter SJ, McDonald MB, Schloemer J, Simon R, Trevino J.

Curr Probl Pediatr Adolesc Health Care 2018 Jan;48(1):3-25. doi: 10.1016/j.cppeds.2017.11.001.

Epub 2017 Dec 6.

Infezioni ed infestazioni cutanee sono frequenti tra bambini ed adolescenti.

Le infestazioni ectoparassitarie affliggono individui in tutto il mondo. Pidocchi della testa e del corpo, scabbia ed infezioni da cimici sono state riscontrate in individui residenti sia in aree povere che in paesi sviluppati.

Candidosi cutanee superficiali e della mucosa si manifestano almeno una volta nel corso della vita.

Le infezioni da dermatofiti della pelle e delle strutture cutanee contenenti cheratina si traducono in tinea capitis (cuoio capelluto), tinea corporis (corpo), tinea pedis (piede) e tinea unguium (unghie).

Infezioni fungine endemiche meno frequenti come blastomicosi, coccidiodomicosi e istoplasmosi possono presentarsi a livello cutaneo.

Leggi tutto...

EFFETTI DI ALCUNI EMOLLIENTI DI BASE IN GRADO DI BLOCCARE O POTENZIARE LA PENETRAZIONE DEGLI UVA

Logo Pubmedcosmetic

 

BLOCKING OR ENHANCING EFFECTS OF SOME BASIC EMOLLIENTS IN UVA PENETRATION

Sevgi Akarsu,Emel Fetil,Ozlem Ozbagcivan,and Ali Tahsin Gunes

An Bras Dermatol. 2018 Mar-Apr; 93(2): 238–241.

Abstract

Background

Gli agenti topici usati in combinazione con la fototerapia o la fotochemioterapia possono avere sia effetti bloccanti che di potenziamento dei raggi ultravioletti.

Obiettivo

In questo studio in vivo, sono stati studiati gli effetti sulla trasmissione della radiazione ultravioletta A del petrolato per uso topico, di una crema base, della glicerina e dell'olio d'oliva sulla trasmissione degli UVA.

Metodi

È stato condotto un test per determinare la minima dose fototossica su 29 volontari con solo psoralene ed ultravioletto A (PUVA) e poi lo stesso test è stato ripetuto con vaselina bianca, crema base, glicerina, olio d'oliva e crema solare (0,3 cc/25 cm2). Gli effetti di ciascun agente sulla minima dose fototossica sono stati determinati dopo 72 ore.

Leggi tutto...

MICROBI SULLA NOSTRA PELLE

 Tekno scienze Microbi cuta

 

MICROBES ON OUR SKIN

JESSEN CURPEN
Global Training and Biophysics Manager , CIDP, BioPark Mauritius, Phoenix, Mauritius

L'industria cosmetica è molto dinamica ed i suoi “attori” sono sempre in cerca di innovazioni per ottenere un vantaggio competitivo. Negli ultimi tre o quattro anni, gli argomenti legati ad “anti-inquinamento” e “luce blu” sono stati un brusio consistente nel settore ed le industrie cosmetiche hanno lanciato infatti sul mercato molti prodotti protettivi rispetto a questi fattori di stress. Anche se questi due argomenti sono ancora fortemente discussi, è il microbiota che ha acquisito molta importanza negli ultimi due anni ed è quindi diventato uno dei temi più caldi.

Seguendo il Progetto Microbioma Umano (HMP), istituito nel 2008, è stato dimostrato che un essere umano sano è popolato da miliardi di microrganismi. In effetti, la quantità di questi supera di gran lunga quella delle cellule. È interessante notare che sussiste nell’uomo più DNA “alieno” proveniente da questi microrganismi rispetto a vero e proprio DNA umano…

Il microbiota nell’uomo rappresenta tutti i microrganismi, compresi batteri, virus, lieviti e funghi. Questi vivono in simbiosi nel corpo umano e si trovano principalmente nell'intestino, nella cavità nasale e orale e sulla superficie della pelle. Ogni essere umano possiede un microbiota diverso ed unico. Alcuni scienziati sostengono che l'impronta del microbiota individuale potrebbe essere più utile per le indagini forensi rispetto all'impronta genetica.

Leggi tutto...

RICICLO SOTTOPRODOTTI NATURALI DI SCARTI ALIMENTARI ED AGRICOLI COME POTENZIALI INGREDIENTI ATTIVI PER APPLICAZIONI COSMETICHE

 Tekno scienze rifiuti

 

RECYCLING NATURAL BY-PRODUCTS FROM FOOD AND AGRICULTURE WASTE INTO POWERFUL ACTIVE INGREDIENTS FOR COSMETIC APPLICATIONS

GIORGIO DELL’ACQUA
Dellacqua Consulting, Jersey City, USA

Abstract

Nel mercato cosmetico si è sempre più alla ricerca di ingredienti sostenibili nel prodotto finito: il miglioramento della gestione dei rifiuti e la riduzione delle tracce di carbonio negli ingredienti, sta diventando una nuova tendenza, ma anche dell’altro. I fornitori di ingredienti stanno valutando la possibilità di riciclare sottoprodotti o scarti dell'industria alimentare per dare origine ad ingredienti cosmetici sicuri ed efficaci. Questi sottoprodotti alimentari completamente naturali, una volta ottimizzati per l'uso in formulazioni cosmetiche, possono agire come ingredienti attivi. Con l'obiettivo della riduzione dei rifiuti, oggi è un’opportunità unire le filiere alimentari e cosmetiche delle materie prime in un'unica catena di approvvigionamento che serva entrambi i settori, senza sottrarsi l'una all'altra. In questa recensione vengono esaminati alcuni esempi di conversione di sottoprodotti alimentari in ingredienti cosmetici.

Leggi tutto...