Joomla Free Templates by BlueHost Coupon

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare il servizio offerto.

Per ulteriori informazioni consulta la nostre note legali Per saperne di piu'

Approvo

Cosa sono
I cookie sono piccoli file di testo memorizzati nel computer o nel dispositivo mobile dell'utente quando visita il nostro sito web.

A cosa servono
I cookie sono da noi utilizzati per assicurare all´utente la migliore esperienza nel nostro sito.
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviare messaggi promozionali personalizzati.

Tipologie di cookie
I cookie sono categorizzati come segue.

  • Cookie di sessione. Cookie automaticamente cancellati quando l´utente chiude il browser.
  • Cookie persistenti. Cookie che restano memorizzati nel dispositivo dell´utente sino al raggiungimento di una determinata data di terminazione (in termini di minuti, giorni o anni dalla creazione/aggiornamento del cookie).
  • Cookie di terze parti. Cookie memorizzati per conto di soggetti terzi.

E possibile controllare ed eliminare i singoli cookie utilizzando le impostazioni della maggior parte dei browser. Ciò, tuttavia, potrebbe impedire di utilizzare correttamente alcune funzioni del nostro sito web.

Per saperne di più è possibile fare riferimento a www.aboutcookies.org o www.allaboutcookies.org.

Per modificare le impostazioni segui le istruzioni su Turn Privacy Guidelines

NUTRACEUTICI PER IL TRATTAMENTO DELLA PELLE: QUANTA SCIENZA C’E’ DIETRO PER ESSERE AFFIDABILI?

 Tekno scienze nutrac

 

NUTRACEUTICALS FOR SKIN CARE: HOW MUCH SCIENCE IS BEHIND TO BE RELIABLE?

VICENTE MICOL, ENRIQUE BARRAJÓN-CATALÁN, MARÍA HERRANZ.

 

Nell'ultimo decennio, la salute e l'aspetto della pelle attirano un crescente interesse sia da parte dei consumatori sia delle aziende, e stanno guidando una parte del settore nutraceutico. È riconosciuto che lo stato nutrizionale e l'assunzione di cibo influenzino la fisiologia della pelle attraverso la modulazione del microbiota o la generazione di metaboliti che esercitano una protezione della cute. È interessante notare che l'esistenza dell'asse intestino-pelle è stata postulata per spiegare il legame tra depressione, ansia e alterazioni della pelle, come l'acne.

Pertanto, le industrie alimentari e cosmetiche stanno sviluppando nuove strategie per stabilire la relazione tra il consumo di nutrienti e la salute cutanea. Di conseguenza, è in aumento l'uso di ingredienti ed integratori alimentari che affermano  di ridurre il rischio di disturbi della pelle o di rallentarne  l'invecchiamento. L'integrazione alimentare con vitamine, minerali o acidi grassi essenziali ha dimostrato di migliorarne la funzionalità.

La maggior parte dei composti alimentari bioattivi, responsabili degli effetti positivi sulla salute, derivano principalmente dalle piante, mentre pochi derivano da fonti animali.

Leggi tutto...

ACIDO SUCCINICO: UN INGREDIENTE MULTIFUNZIONALE PROMETTENTE PER COSMETICI E PERSONAL CARE. 

 Tekno scienze wellness

 

SUCCINIC ACID: A PROMISING MULTI-FUNCTIONAL INGREDIENT FOR COSMETIC AND PERSONAL-CARE APPLICATIONS.

LAWRENCE THEUNISSEN, FRANCOIS COURBES

Abstract:

I formulatori di prodotti cosmetici e di personal care sono alla continua ricerca di ingredienti nuovi ed innovativi che siano efficaci, sicuri e sostenibili. Tradizionalmente, l'acido succinico è stato prodotto sinteticamente (da olio fossile) o dalla distillazione dell'ambra (metodo costoso), e quindi non è ancora ampiamente utilizzato come ingrediente nell'industria. Tuttavia, con l'introduzione di acido succinico (puro al 100%) a prezzi accessibili, l'interesse per questa materia prima è fortemente aumentato. Inoltre, la ricerca dimostra che l'acido succinico può offrire molteplici benefici se usato in prodotti per uso topico. Questo documento mette in evidenza alcuni degli usi topici riportati per questo ingrediente, nonché i risultati di studi preliminari che dimostrano l'attività antimicrobica di “Biosuccinium® S”, un acido succinico naturale al 100%.

Leggi tutto...

ANTIOSSIDANTI NATURALI: MECCANISMI MULTIPLI PER PROTEGGERE LA PELLE DALLE RADIAZIONI SOLARI.

Logo Pubmedantiossidanti

 

NATURAL ANTIOXIDANTS: MULTIPLE MECHANISMS TO PROTECT SKIN FROM SOLAR RADIATION.

Dunaway S., Odin R., Zhou L., Ji L., Zhang Y., Kadekaro AL.

Front Pharmacol. 2018 Apr 24;9:392. doi: 10.3389/fphar.2018.00392.

Abstract:

Quando la pelle umana viene esposta alla radiazione solare ultravioletta (UVR) si ha come risultato un drammatico aumento della produzione di specie reattive dell'ossigeno (ROS). L'improvviso aumento di ROS sposta l'equilibrio naturale verso uno stato pro-ossidativo, con conseguente stress ossidativo.

Gli effetti dannosi di quest’ultimo si verificano attraverso molteplici meccanismi che comportano l’ alterazione di proteine ​​e lipidi, induzione di infiammazione, immunosoppressione, danno al DNA ed attivazione di vie di segnalazione che influenzano la trascrizione genica, il ciclo cellulare, la proliferazione e l'apoptosi. Tutte queste alterazioni promuovono la carcinogenesi e, pertanto, la regolazione dei livelli di ROS è fondamentale per il mantenimento della normale omeostasi della pelle. Diversi prodotti di derivazione vegetale hanno dimostrato di possedere una potente efficacia antiossidante e la capacità di contrastare i danni indotti dagli UV sulla pelle. Questi prodotti naturali esercitano i loro effetti benefici attraverso numerose vie, delle quali alcune note per essere influenzate negativamente dai raggi solari UV. Inoltre, l'invecchiamento della pelle è accelerato dall'esposizione a questo tipo di radiazione, in particolare dai raggi UVA che penetrano in profondità nell'epidermide e nel derma, provocando la degradazione delle fibre di collagene ed elastina attraverso lo stress ossidativo e l'attivazione delle metalloproteinasi di matrice (MMP). Poiché i composti naturali sono in grado di attenuare alcuni effetti dell’invecchiamento indotti dai raggi UV sulla pelle,  nel settore delle scienze cosmetiche è aumentata  l'attenzione verso tali composti.

Leggi tutto...

IL LIVELLO SIERICO DI VITAMINA D È CORRELATO ALLA GRAVITÀ DELLA ALOPECIA AREATA IN ETÀ PEDIATRICA

 Logo Pubmed melograno V

SERUM VITAMIN D LEVEL IS RELATED TO DISEASE SEVERITY IN PEDIATRIC ALOPECIA AREATA.

Unal M., Gonulalan G.J Cosmet Dermatol. 2018 Feb;17(1):101-104. doi: 10.1111/jocd.12352.

Abstract

BACKGROUND: L’Alopecia areata (AA) è una comune patologia di natura infiammatoria che determina  caduta di capelli in un’area specifica. L'AA è considerata una malattia autoimmune e può manifestarsi assieme a diverse patologie, anch’esse di origine autoimmune. Alcuni recenti studi hanno rivelato la connessione tra alcune malattie autoimmuni e carenza di vitamina D.

Obiettivo: In questo studio, abbiamo valutato lo status della vitamina D nell’ AA e la sua relazione con la gravità della patologia, con il numero di chiazze alopeciche e con la durata della malattia.

Metodi: Questo studio include 20 pazienti pediatrici con AA e 34 soggetti pediatrici sani di controllo, per i quali sono stati valutati i livelli sierici di Vitamina D.

Risultati: La concentrazione media di 25(OH)D (1,25-diidrossivitamina D) nel siero dei pazienti è stata di 15.47±7.66 ng/mL e del gruppo di controllo è stata 11.09±10.53 ng/mL. Non è stata riscontrata nessuna differenza statisticamente rilevante tra i due gruppi (P: .084). La concentrazione di vitamina D era significativamente e negativamente correlata con il punteggio SALT (P <0,001 e r: -831), il numero di chiazze alopeciche (P <0,001 e r: -.989), e la durata della malattia (P <0,001 e r: -.997).

Conclusione: La carenza di vitamina D non è l'unico fattore eziologico nella patogenesi della AA, ma in presenza di altri fattori eziologici, questa carenza può aggravare la gravità della patologia, pertanto è possibile affermare che l'integrazione di vitamina D può portare beneficio nel trattamento dell'AA pediatrica.

Leggi tutto...

GLI EFFETTI ANTI-AGING DELL’EQUOLO PROTEGGONO DALLE AGGRESSIONI AMBIENTALI AUMENTANDO LA DIFESA ANTIOSSIDANTE DELLA PELLE E LE PROTEINE DELL'ECM (EXTRACELLULAR MATRIX), MENTRE RIDUCONO LO STRESS OSSIDATIVO E L'INFIAMMAZIONE.

rughe modifica

Logo cosmetics

 

EQUOL’S ANTI-AGING EFFECTS PROTECT AGAINST ENVIRONMENTAL ASSAULTS BY INCREASING SKIN ANTIOXIDANT DEFENSE AND ECM PROTEINS WHILE DECREASING OXIDATIVE STRESS AND INFLAMMATION

Cosmetics2018, 5(1), 16; https://doi.org/10.3390/cosmetics5010016
Edwin D. Lephart

Abstract:

Gli inquinanti ambientali rappresentano un grave problema a livello mondiale che si per sé non può essere evitato. È noto che le sensibilità della pelle possono derivare da aggressioni ambientali come tossine e sostanze inquinanti presenti nell'aria e nell'acqua. È anche noto che il vento e l’esposizione a temperature fredde stagionali possono aggredire la pelle. Tutte queste aggressioni ambientali sono associate allo stress ossidativo ed alla generazione intracellulare di specie reattive dell'ossigeno (ROS) che danneggiano il DNA, i lipidi, le proteine e la funzione mitocondriale. Inoltre, è ben nota l'influenza che la dieta ha sulla salute dermica e, soprattutto, sulla difesa antiossidante nei confronti della funzione della pelle. A questo proposito, l'inquinamento ambientale a livello mondiale ha generato una forte domanda di prodotti per la cura personale anti-inquinamento, per proteggere la pelle dall'esposizione giornaliera alle tossine disperse nell'aria e da varie altre aggressioni. Le principali aziende cosmetiche hanno prodotti per la cura personale anti-inquinamento.

Leggi tutto...

Logo cosmetics

 

STRESS OSSIDATIVO ED INVECCHIAMENTO: L'INFLUENZA DELL'INQUINAMENTO AMBIENTALE, LA LUCE SOLARE E LA DIETA SULLA PELLE

 

Oxidative Stress and Ageing: The Influence of Environmental Pollution, Sunlight and Diet on Skin

Cosmetics 2017, 4(1), 4; doi:10.3390/cosmetics4010004

KHIMARA NAIDOO AND MARK A. BIRCH-MACHIN

mele modifica

Abstract:

L'invecchiamento della pelle è un processo complesso determinato sia da fattori intrinseci che estrinseci, che portano alla sua progressiva perdita di struttura e hfunzioni. Esistono numerose prove del fatto che lo stress ossidativo, indotto dalle specie reattive dell'ossigeno, svolga un ruolo importante nel processo di invecchiamento della pelle umana. I mitocondri sono la principale fonte di stress ossidativo cellulare e sono ampiamente implicati nell'invecchiamento cutaneo. Quello estrinseco è determinato in gran parte da fattori ambientali e da fattori di stress esterni come la radiazione ultravioletta (UVR), inquinamento e stile di vita. Questi fattori hanno dimostrato di stimolare la produzione di specie reattive dell'ossigeno e di generare stress ossidativo. Il danno ossidativo determinato da queste fonti esogene può compromettere la struttura e la funzione della pelle, portando alle caratteristiche fenotipiche dell'invecchiamento cutaneo estrinseco. La seguente recensione mette in luce le prove attuali che riguardano il ruolo dei mitocondri e dello stress ossidativo nel processo di invecchiamento e l'influenza di fattori ambientali come la radiazione ultravioletta, l'inquinamento e la dieta sull'invecchiamento della pelle.

Leggi tutto...

SVILUPPO E VALUTAZIONE DI NANOPARTICELLE LIPIDICHE, CONTENENTI OLIO NATURALE DI ORIGINE BOTANICA PER LA PROTEZIONE SOLARE: CARATTERISTICHE, VALUTAZIONE DELLA PERMEAZIONE CUTANEA E TOSSICITÀ IN VITRO E IN VIVO

Development and Evaluation of Lipid Nanoparticles Containing Natural Botanical Oil for Sun Protection: Characterization and in vitro and in vivo Human Skin Permeation and Toxicity
Andréo-Filho N., Bim A.V.K., Kaneko T.M., Kitice N.A., · Haridass I.N., Abd E., Santos Lopes P., Thakur S.S., Parekh H.S., Roberts M.S., Grice J.E., Benson H.A.E., Leite-Silva V.R.

Abstract

L'uso di prodotti per la protezione solare è ampiamente promosso da scuole, agenzie governative e organizzazioni legate alla salute per ridurre al minimo le scottature e i danni alla pelle. In questo studio, sono state sviluppate nanoparticelle lipidiche solide stabili (SLN), contenenti ​​ octyl methoxycinnamate (OMC), filtro UV chimico.

Leggi tutto...

international journal

IL POTENZIALE DI ALCUNE MOLECOLE MARINE COME PRINCIPI ATTIVI COSMETICI

THE PROMISE OF MARINE MOLECULES AS COSMETIC ACTIVE INGREDIENTS

International Journal of Cosmetic Science, 2018, Vol. 40-1-15
Brunt E.G., Burgess J.G.

ABSTRACT

L’ambiente marino rappresenta una risorsa non sfruttata per la scoperta di nuovi prodotti, nonostante il suo elevato livello di diversità biologica e chimica.

Leggi tutto...

PROPOSTA DI INTERDIRE L’UTILIZZO DI  SOSTANZE PERICOLOSE PRESENTI NEGLI INCHIOSTRI PER TATUAGGI E TRUCCO PERMANENTE

PROPOSAL TO RESTRICT HAZARDOUS SUBSTANCES IN TATTOO INKS AND PERMANENT MAKE-UP

H&PC TODAY 30/10/2017

A causa della crescente popolarità dei tatuaggi e dell’assenza di un controllo armonizzato all’interno dell'UE,  riguardo agli inchiostri destinati ai tatuaggi ed al trucco permanente, la Commissione Europea ha chiesto alla ECHA di valutare i rischi chimici correlati all’uso di tali prodotti, sottolineando la necessità di un'azione ampia a livello dell'Unione, e con un occhio agli impatti socioeconomici più rilevanti. L'ECHA ha chiesto agli Stati membri se volevano essere coinvolti nello sviluppo del progetto e Danimarca, Italia e Norvegia ne sono diventati co-responsabili. Anche la Germania ha contribuito in modo significativo alla proposta. A conclusione di questa valutazione, i sottoscrittori hanno presentato la proposta di una restrizione.

Leggi tutto...

EFFETTI DEL POLLINE D’API IN FORMATO NANO, COME NUOVO INGREDIENTE COSMETICO

EFFECTS OF NANO-SIZED BEE POLLEN AS A NEW COSMETIC INGREDIENT

H&PC TODAY, 30/10/2017

Le api potrebbero nascondere il segreto per una pelle più sana, secondo uno studio recente condotto dall’Asian Journal of Beauty &Cosmetology.

Obiettivo:

Il polline d’api è largamente composto da polline di fiori, appunto, raccolto dalle api operaie ed è già noto per essere un integratore nutrizionale pressoché completo. I pollini sono ricchi di proteine (circa il 40%), amino acidi liberi e flavonoidi. Tuttavia il polline d’api presenta una pellicola protettiva esterna detta esina che è resistente agli enzimi digestivi, agli acidi e alle basi. Per questo l'utilizzo del polline d'api per scopi nutrizionali e medici è stato piuttosto limitato. In questo studio abbiamo rimosso lo strato di esina attraverso un procedimento tecnologico di macinazione ad umido e valutato la sua attività antiossidante, gli effetti protettivi sui fibroblasti cutanei e la potenziale applicazione clinica in forma cosmetica.

Leggi tutto...