Joomla Free Templates by BlueHost Coupon

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare il servizio offerto.

Per ulteriori informazioni consulta la nostre note legali Per saperne di piu'

Approvo

Cosa sono
I cookie sono piccoli file di testo memorizzati nel computer o nel dispositivo mobile dell'utente quando visita il nostro sito web.

A cosa servono
I cookie sono da noi utilizzati per assicurare all´utente la migliore esperienza nel nostro sito.
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviare messaggi promozionali personalizzati.

Tipologie di cookie
I cookie sono categorizzati come segue.

  • Cookie di sessione. Cookie automaticamente cancellati quando l´utente chiude il browser.
  • Cookie persistenti. Cookie che restano memorizzati nel dispositivo dell´utente sino al raggiungimento di una determinata data di terminazione (in termini di minuti, giorni o anni dalla creazione/aggiornamento del cookie).
  • Cookie di terze parti. Cookie memorizzati per conto di soggetti terzi.

E possibile controllare ed eliminare i singoli cookie utilizzando le impostazioni della maggior parte dei browser. Ciò, tuttavia, potrebbe impedire di utilizzare correttamente alcune funzioni del nostro sito web.

Per saperne di più è possibile fare riferimento a www.aboutcookies.org o www.allaboutcookies.org.

Per modificare le impostazioni segui le istruzioni su Turn Privacy Guidelines

ANTIAGE 

TUTTE LE ARMI DERMO-COSMETOLOGICHE PER COMBATTERE I SEGNI DELL’ETÀ: COSMETICI E TRATTAMENTI MEDICO-ESTETICI PER IL TRATTAMENTO DELL’INVECCHIAMENTO DEL VOLTO

Il processo fisiologico di invecchiamento della pelle è legato principalmente alla perdita di attività dei fibroblasti, le cellule che nel derma producono collagene e acido ialuronico, componenti essenziali della matrice extracellulare che costituiscono l’impalcatura del derma e, richiamando acqua, determinano il livello di turgore, compattezza ed elasticità dei tessuti. Anche lo strato più superficiale della cute, l’epidermide, subisce notevoli cambiamenti con l’avanzare dell’età: questo strato di cellule infatti si assottiglia, si atrofizza e perde buona parte dei lipidi intercellulari che sono fondamentali nel mantenere l’idratazione della pelle.

Lo studio di questi processi è alla base della ricerca in cosmetica di prodotti cosiddetti “anti-age” che hanno lo scopo, se non di bloccare, quantomeno di rallentare il naturale invecchiamento della pelle legato all’età. Ricordiamo inoltre che anche  fattori esogeni, quali fumo di sigaretta o una scorretta esposizione solare, possono accelerare questo processo, dando alla pelle un aspetto proprio di un’età più avanzata di quella anagrafica.

Ma cosa si può fare, oggi, per contrastare l’invecchiamento cutaneo?

La prima arma, e anche la più semplice, è utilizzare un cosmetico adatto alla nostra età.

A 30 aa, ad esempio,  nella maggior parte dei casi è sufficiente solo una protezione solare al mattino e un buon idratante la sera.

Oggi troviamo in commercio anche linee di prodotti per le ‘prime rughe’, che servono  ad idratare ,  e quindi  prevenire e attenuare le prime rughe, solitamente di espressione, e  rendere il viso più levigato e luminoso. Sono associazioni, ad esempio, di acido ialuronico e magnesio, o miscele di antiossidanti (estratti vegetali). A volte questo tipo di crema , se da giorno, contiene una fattore di protezione solare medio o basso. ( SPF 15- 30)

Qualora la pelle lo richiedesse, e sarà il dermatologo a consigliarlo, è possibile effettuare dei ‘peeling’ , cioè applicazioni di acidi soli o in associazione (glicolico, mandelico, piruvico, retinoico, salicilico, etc…); questi, oltre ad essere efficaci contro l’acne o la seborrea, che spesso è presente  a questa età , danno un aspetto più fresco, luminoso alla pelle,  perché agiscono non solo sul turn-over dell’epidermide ma stimolano anche il trofismo dermico 

A 40 aa   possiamo utilizzare dei prodotti “anti-age”  per ridare tono ed elasticità alla pelle; questi sono di solito  creme x idratazione profonda e duratura ( di solito creme giorno protettive con fattore di protezione medio-alto) e sieri notte ‘rigeneranti’.  Tali prodotti contengono molecole idratanti  come ceramidi, oligopeptidi, acido ialuronico, biopolimeri di origine vegetale con effetto tensore (‘effetto lifting’), vitamine A, C, ed E, sostanze  con azione anti-radicali liberi. A questa età, inoltre, si può iniziare a ricorrere anche a trattamenti di medicina estetica come le “biostimolazioni” che consistono, previa applicazione di crema anestetica e disinfezione della cute,  nell’infiltrazione con un ago sottile nel derma superficiale di una serie di sostanze (acido ialuronico, aminoacidi precursori di collagene ed elastina e glicosaminoglicani, vitamine etc..). Le biostimolazioni producono una energica azione di  idratazione, per richiamo di acqua nei tessuti, e alla lunga, una stimolazione dei fibroblasti alla produzione di collagene.

A 50 aa  si possono utilizzare creme “anti-age” per pelli più mature,  specifiche per  rughe più marcate, utili per  frenare la perdita di turgore ed elasticità cutanea prodotte dall’invecchiamento o dall’eccessiva esposizione al sole, e la rilassatezza dei tratti del viso. Queste sono creme più ricche, o più concentrate (spesso sieri) con azione rassodante e nutriente, ma anche riparatrice ed antiossidante, in una parola “rigenerante”. Contengono  il solito acido ialuronico più altri componenti come il calcio, oppure  fitoestrogeni, o componenti derivati dal mondo animale, come  estratti da secrezioni di lumaca con elevato potere antiossidante, o molecole che mimano l’effetto della tossina botulinica (dette “botox-like”) o del siero di vipera, dotati di  azione decontraente sulla muscolatura mimica del volto.

Dai 40 anni in poi, ma in alcuni casi anche prima,  si può ricorrere alla medicina estetica, ad esempio con i ‘filler’ (riempitivi’), che consistono nella infiltrazione nel derma di acido ialuronico riassorbibile,  più denso di quello usato per le “biostimolazioni”, variamente cross-linkato, che va a riempire le rughe più marcate del volto,  tipicamente quelle dei  solchi nasogenieni, ma può  rimodellare anche  i volumi del viso (labbra, zigomi) e ha una  durata variabile  tra i 4 e gli 8 mesi.

Infine, per rimanere tra le tecniche di medicina estetica, ricordiamo la tossina botulinica, farmaco che blocca la placca neuro-muscolare con effetto decontraente sulla muscolatura del corrugatore della fronte. Il suo utilizzo in medicina estetica è permesso  solo nelle rughe glabellari (tra le sopracciglia), ma va consigliato solo in pochi casi selezionati , visto il rischio di interferire con  l’espressività del volto e di fastidiosi ma temporanei effetti collaterali, quali la caduta del sopracciglio. L’effetto della tossina botulinica ha una durata di circa 6 mesi.

Per assicurare l’efficacia e  la sicurezza dei trattamenti medico-estetici descritti, ricordiamo che questi  devono necessariamente essere eseguiti da medici specialisti in dermatologia o in chirurgia plastica che abbiano una buona esperienza in medicina estetica.

Dermatologia Aideco